Installazione sviluppata assieme a muschielicheni per la Fondazione Collegio San Carlo nell’ambito del progetto laboratorio 2026.

Nell’ambito dell’esposizione fotografica Una faccia una razza di Francesco Radino, proposta dalla Fondazione San Carlo e dalla Fondazione Modena Arti Visive, il Laboratorio duemilaventisei presenta l’installazione Un volto molte persone.

In dialogo con il lavoro fotografico di Radino che, attraverso lo sguardo rivolto ad alcuni protagonisti degli odierni processi migratori (profughi di varie origini giunti a Lesbo, volontari di altri paesi, abitanti dell’isola), pone attenzione alla complessità insita nella relazione e nell’incontro con l’altro, l’installazione intende evidenziare come tutte le identità siano plurali e determinate da legami sociali e culturali, stratificatisi nel tempo, che creano un movimento circolare e incessante tra l’io e il noi.

Attraverso la ricomposizione inedita di immagini di studenti della Fondazione San Carlo di oggi e del Collegio dei secoli scorsi, si potranno creare nuovi volti, non esistenti nella realtà ma frutto di un’azione collettiva che ci interroga sul rapporto che lega presente e passato e sulle molteplici radici racchiuse in ogni persona.